Anno 52 N4
Venezia, 9 gennaio 2014
logo image
09/01/2014
PATTO TERRITORIALE DI CHIOGGIA, CAVARZERE E CONA

 

Ieri nella sala riunioni dell’Aspo (Azienda Speciale per il Porto di Chioggia), l’assessore provinciale alle Attività produttive Lucio Gianni ha incontrato i soggetti sottoscrittori del Patto Territoriale di Chioggia, Cavarzere e Cona, specializzato nel settore agricolo e della pesca dell’area centro sud della provincia di Venezia. Scopo dell’incontro è stato l’illustrazione dell’esito dell’istruttoria effettuata dal Ministero dello Sviluppo Economico e altre comunicazioni riguardanti ulteriori possibilità di rimodulare le risorse non ancora utilizzate che possono finanziare opere di rilevante interesse per lo sviluppo del territorio. Sono intervenuti oltre all’assessore Lucio Gianni, il funzionario del settore Attività produttive della Provincia Mauro Bilei, il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi, il sindaco di Cona Anna Berto e per l’Aspo Pietro Boscolo Nale. Presenti Stefano Lionello della Coldiretti di Cavarzere, Mariagrazia Marangon della Confcommercio di Chioggia, Pierpaolo Nordio di Confindustria Venezia, Renzo Voltolina di Confartigianato di Chioggia.


Assessore Lucio Gianni: «Siamo riusciti con i dirigenti del Ministero dello Sviluppo Economico a proporre cinque progetti infrastrutturali da approvare e finanziare con le risorse assegnate e finora non utilizzate del Patto territoriale generalista. Due progetti sono stati presentati dal Comune di Chioggia, uno dai Comuni di Cavarzere e Cona, e un altro dall’Azienda speciale per il Porto di Chioggia (Aspo). Il decreto ministeriale è stato pubblicato, e tutti gli interventi proposti sono stati approvati e saranno dunque finanziati. Mentre si sta chiudendo questa prima partita per la rimodulazione già autorizzata, con molta probabilità se ne riaprirà una nuova in quanto il Ministero dovrebbe, a breve, autorizzare una nuova rimodulazione, di un importo circa uguale a quello precedente, 4,7 milioni di euro, di cui euro 3,9 milioni di euro riguardano il Patto territoriale generalista, e 800 mila euro riguardano il Patto territoriale specializzato. Il successo di questa operazione in cui la Provincia è stato l’ente coordinatore, è indubbio. Queste risorse sono preziose per il territorio e rappresentano una sfida vinta. Dobbiamo proiettarci nel futuro perché l’Expo 2015 di Milano - ma anche il dopo Expo - avrà ricadute positive anche nel Veneto. La nostra ricchezza in termini di qualità è costituita dall’acqua e dal cibo. Abbiamo visto come il fare squadra consenta risultati positivi per tutti».


Sindaco di Cavarzere Henri Tommasi: «Il rifacimento del ponte “Piccoli Angeli” sul canale Gorzone a Boscochiaro ha due valenze importanti: permette il collegamento con la zona delle attività produttive, e riscatta una tragedia che colpì la nostra comunità quando il 21 maggio del 1950 durante una processione la passerella sul Gorzone cedette e quindici bambini persero la vita. Il ponte fu poi ricostruito, ma oggi necessita assolutamente di essere rifatto».


Sindaco di Cona Anna Berto: «In tempi di grave crisi questo è un risultato importante. Con la buona volontà di tutti abbiamo portato a casa cifre importanti, e trovato un buon metodo di lavoro. Mi auguro che questa intesa continui anche nel futuro, soprattutto ora che si aprono possibilità per accedere a nuovi finanziamenti. I Comuni non devono essere solo esattori delle tasse ma devono essere messi in grado di dare delle risposte concrete ai propri cittadini».

INTERVENTI PREVISTI

L’intervento consiste nella costruzione di un lotto di completamento dell’infrastruttura viaria relativa al nuovo accesso alla città e al collegamento della stessa alle nuove aree produttive previste dalla pianificazione urbanistica. La nuova “Strada degli Orti” costituirà il secondo accesso principale a Chioggia e al suo litorale balneare (Sottomarina) e, al tempo stesso, farà da arteria di collegamento tra la città urbanizzata e la nuova area produttiva, prevista dagli strumenti urbanistici e in avanzata fase di costruzione, a suo tempo oggetto del Patto Territoriale. Essa contribuirà in maniera significativa allo sviluppo del territorio sia dal punto di vista socioeconomico che da quello produttivo. La strada avrà una lunghezza di 835 metri, sarà larga 10 metri e mezzo, sarà a due corsie con pista ciclabile bidirezionale a lato e in sede separata. Costo complessivo dell’opera 2 milioni e 100 mila euro.


Comune di Chioggia

Punti di Sbarco per il conferimento del prodotto da allevamento ittico a Punta Poli Chioggia 1° stralcio


L’intervento consiste nella realizzazione di un punto di sbarco per il conferimento e la raccolta del prodotto da allevamento ittico nel comune di Chioggia. La localizzazione scelta corrisponde a pieno alle condizioni dettate dal GRAL (Gestione Risorse Alieutiche Lagunari):

• ampio piazzale dove situare la struttura prefabbricata e/o manufatto dove il personale andrà ad operare;

• contesto che facilita l’approdo delle imbarcazioni presso il punto di sbarco;

• vicinanza del punto di sbarco alla banchina di transito delle imbarcazioni;

• buono stato del manto stradale che conduce al punto di sbarco, sia per le auto e camion che trasportano il prodotto.

Lo sviluppo di tale intervento permetterebbe, inoltre, di riqualificare un area attualmente non utilizzata ed in condizioni precarie. Costo complessivo dell’opera 200 mila euro.



Comune di Cona

Lavori di riqualificazione viabilità area industriale di Pegolotte di Cona, via Risorgimento


Si tratta dell’asfaltatura di via Risorgimento lungo la quale sono ubicate le aziende che costituiscono la zona produttiva di Pegolotte di Cona. A detta viabilità, unica per tutta l’area, la cui integrità è condizione essenziale per lo svolgimento delle attività imprenditoriali, artigianali e commerciali, si accede dalla Strada regionale n.516 “Piovese” storica arteria di comunicazione che collega la città di Adria, in provincia di Rovigo, con la città di Piove di Sacco in provincia di Padova, toccando la città di Cavarzere. Costo complessivo dell’opera 290 mila euro.



Comune di Cavarzere

Costruzione del nuovo ponte “Piccoli Angeli” sul canale Gorzone a Boscochiaro


Il nuovo ponte unirà la strada provinciale SP4 Chioggia-Cavarzere con la frazione di Boscochiaro permettendo l’attraversamento del canale Gorzone. Tale intervento di improcrastinabile attuazione, stanti le pessime condizioni dello stato di fatto dell’esistente, aumenterà le capacità di transito e di flusso di persone e merci provenienti e dirette dal capoluogo cavarzerano al centro economico di Chioggia. E’ da premettere che tale ponte permette il transito dei mezzi pubblici di trasporto di merci e dei cittadini che quotidianamente si rivolgono ai poli lavorativi di Chioggia, Venezia, Mestre e Padova con provenienza dai territori orientali di Cavarzere. E’ da precisare che in passato il precedente ponte, all’attuale esistente, è crollato durante una processione causando la morte di 15 bambini. Costo complessivo dell’intervento un milione e 200 mila euro.




Azienda speciale per il Porto di Chioggia (A.S.Po.)

Infrastrutture portuali in località Val da Rio - Progetto di completamento di nuovo piazzale portuale di collegamento del lotto Sud e Est del porto di Val da Rio, Chioggia


Il Progetto prevede il completamento della realizzazione di un piazzale portuale di 14 mila metri quadrati realizzato su area demaniale in cui attualmente è presente un canaletto marittimo da imbonire. Il piazzale verrà realizzato con i relativi sottoservizi e in continuità con i piazzali portuali confinanti già operativi, mettendo in collegamento le aree del lotto est con quelle del lotto sud del porto.

L’intervento è un secondo stralcio, che va a completare l’imbonimento di 9.800 metri quadrati già in fase realizzativa con lavori di primo stralcio. Le opere si concluderanno con realizzazione del pacchetto asfalti da realizzare per l’intera estensione di 14 mila metri quadrati in continuità con i piazzali portuali adiacenti e operativi. Costo complessivo dell’intervento 800 mila euro.

Fonte: Provincia di Venezia