Anno 52 N1
Venezia, 3 gennaio 2014
logo image
03/01/2014
OTTIMO RISULTATO FINANZIARIO PER LA PROVINCIA DI VENEZIA

La Provincia di Venezia chiude l’anno 2013 con un risultato brillante dal punto di vista finanziario.  Oltre ad aver rispettato ancora una volta i limiti severi stabiliti dal patto di stabilità, ha ridotto il proprio debito nei confronti degli istituti di credito oltre le attese, passando da 83 milioni di euro all’inizio del 2013 a 68 milioni a fine anno, garantendo comunque la realizzazione di importanti nuove opere pubbliche in materia di edilizia scolastica e viabilità provinciale.

Inoltre la liquidità provinciale al 31 dicembre si assesta sui 60 milioni di euro, incrementando ulteriormente la capacità di solvibilità dalla parte corrente, tanto da poter assicurare anche nel 2014 i pagamenti verso i fornitori sotto i 20 giorni.

Da oggi è inoltre partita la sperimentazione della nuova contabilità finanziaria, più moderna e trasparente, che consentirà di ottenere ulteriori benefici in termini alleggerimento dei vincoli del patto di stabilità 2014. 

La presidente della Provincia Francesca  Zaccariotto ha così commentato: "Questi sono i risultati di una gestione seria ed oculata, sempre attenta alle richieste di opere e servizi del territorio, ma anche in grado di amministrare con intelligenza e strategia le risorse disponibili, che - non dimentichiamolo  -sono risorse pubbliche. Abbiamo condotto operazioni straordinarie con competenza e lungimiranza, in certi casi facendo da battipista. Penso al decreto ingiuntivo contro lo stato, che ha fruttato un rimborso già riscosso di 44 milioni di euro, seguito da molte altre Province. Penso all'abbassamento del debito ad un livello inferiore ai limiti imposti dall'unione europea. Penso alle nostre imprese che vedono nella Provincia un partner e un committente serio, un pagatore veloce e sempre puntuale. Potrei "candidare" questa Provincia a modello organizzativo non solo per la città metropolitana, ma per avviare concretamente una riforma seria dello Stato e degli enti locali. Mettiamo a disposizione, con spirito di servizio, la nostra competenza amministrativa e l'esperienza basata sulla conoscenza del territorio e sulla vicinanza ai problemi concreti dei cittadini".