Anno 51 N108
Venezia, 20 giugno 2013
logo image
20/06/2013
RISTRUTTURAZIONE DELLA SEDE DELLA CASERMA DELLA POLIZIA STRADALE

Ieri è stata firmata in Provincia a Mestre la procedura operativa per l’erogazione del contributo di 300 mila euro alla Provincia di Venezia da parte della società C.A.V. Spa (Concessioni Autostradali Venete) affinché l’ente provinciale proceda all’ampliamento, ristrutturazione e riqualificazione funzionale della sede della caserma della Polizia Stradale di Mestre, il cui edificio è di proprietà della Provincia stessa. Presente il dirigente Andrea Menin, per CAV l’amministratore delegato di Anas Eutimio Mucilli.

 Esiste infatti un accordo sottoscritto il 25 novembre 2009 tra Regione del Veneto, Provincia di Venezia, società C.A.V. e Veneto Strade S.p.A., in base al quale la Provincia si impegnava a progettare e realizzare i lavori in due fasi, e a contribuire alla spesa, per la prima fase, per 300 mila euro. La Provincia di Venezia ha già provveduto nel 2011 a realizzare un primo intervento di consolidamento statico e di sistemazione delle facciate della palazzina, con 100 mila euro interamente a proprio carico. Ha quindi provveduto alla progettazione esecutiva dell’opera suddividendo il progetto in due stralci funzionali anche per consentire l’utilizzo da parte del personale della Polizia di almeno un piano della palazzina. Il primo stralcio prevede la ristrutturazione e la riqualificazione del primo piano, mediante il contributo di CAV Il secondo stralcio prevede la ristrutturazione e la riqualificazione del piano terra per un importo di 400 mila euro, con un contributo della Regione del Veneto-Veneto Strade per 200 mila euro, e della Provincia per 200 mila euro.

L’ente provinciale metterà in atto le procedure necessarie all’aggiudicazione e alla realizzazione delle opere previste, per assicurare al più presto la disponibilità del bene,  e CAV provvederà a trasferire alla Provincia di Venezia il contributo entro 30 giorni dalla trasmissione del verbale di inizio dei lavori del primo stralcio.

Assessore al Patrimonio Giacomo Gasparotto: «La nostra Provincia ha posto particolare attenzione al progetto, e la firma di oggi segna una tappa fondamentale. Questa sede ospita la Polizia stradale di Mestre, che assicura tra l’altro anche il controllo della nuova rete autostradale del Passante, e porterà un fattivo beneficio alla gestione della sicurezza stradale del nostro territorio».