Anno 51 N101
Venezia, 11 giugno 2013
logo image
11/06/2013
OPERAZIONE ANTIBRACCONAGGIO

Positiva conclusione di un'operazione della polizia provinciale che ha sorpreso e fermato nei giorni scorsi un bracconiere durante le ore notturne, in località Stretti di Eraclea all’interno della zona di ripopolamento “La Torre Busatonda”. Da tempo veniva segnalata la presenza di bracconieri che durante le ore notturne si aggiravano nei rifugi e nelle zone di ripopolamento e cattura con cani al seguito. L’uomo è stato fermato dagli agenti mentre addestrava i propri cani segugio con lepri e fagiani presenti in abbondanza in quel territorio  protetto. I cani segugio lasciati in libertà in questo contesto, pregno di odori di animali diversi, spesso non rispondono ai comandi del proprietario e quindi vengono difficilmente recuperati. Gli agenti sono riusciti a trovare  un cane che vagava nel territorio. La violazione dell' "addestramento di cani in tempi e luoghi non consentiti”  prevede una sanzione amministrativa di 102 euro.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore alla polizia provinciale Giuseppe Canali: “L’attenzione della Polizia Provinciale in questo periodo è molto alta. Vogliamo arginare questi episodi, e permettere il dovuto riposo biologico delle diverse specie di animali selvatici che ancor popolano il territorio della nostra Provincia. L’attivazione dei servizi serali e notturni da parte dell’amministrazione provinciale ha dato finora buoni risultati, e ciò è molto apprezzato anche dal mondo venatorio. Questi servizi proseguiranno durante le prossime settimane, e interesseranno altre zone del nostro territorio”.