Anno 50 N82
Venezia, 2 maggio 2012
logo image
02/05/2012
PSYOPS PER BATTERE I TALEBANI

di Francesco Bergamo

A Kabul l'attacco portato dai sei talebani con un prolungato conflitto a fuoco, poi risoltosi solo grazie all'intervento delle forze della coalizione, ha dimostrato tutta la fragilità del sistema militare moderno e ipertecnologico. Nel caso specifico dell'attentato è inutile avere muri antibomba alti dai quattro ai sei metri se poi non si controlla il palazzo di sette piani che sbuca lentamente dall'altra parte della strada e al suo interno vi stanno i talebani determinati a morire combattendo. L'edificio era perfetto per asserragliarsi: cemento armato, nessun palazzo vicino di uguale altezza, un'unica via di accesso. L'intervento dell'Isaf ha concluso le quindici ore di assedio.